Blablacar, così come tante altre piattaforme online è stata presa di mira per una truffa che mira a carpire i dati della carta di credito dei suoi utenti.

Ho provveduto immediatamente a segnalare la persona che stava mettendo in atto la truffa e Blablacar ha provveduto a bannare l’utente. Non so però se nuovi falsi profili si aggirano sulla piattaforma, magari con numeri di telefono rubati a  terze persone, così da far perdere ogni traccia.

Se stai leggendo questo articolo, però, molto probabilmente sta succedendo a te, e arrivo subito a spiegarti in che modo viene messa in atto questa truffa.

Negli ultimi periodi infatti, tutte le prenotazioni effettuate con persone senza recensioni non sono andate a buon fine. Le problematiche principali:

  • Pubblicano il passaggio e se ne dimenticano, lasciandoti senza risposta. Il problema è che molto spesso la prenotazione è immediata e quindi perdi la possibilità di prenotare un altro passaggio fino a quando l’altra persona non disdice.

Il mio consiglio è quindi quello di scrivere prima di tutto in chat alla persona che ha pubblicato il passaggio. Una volta accordati li, procedete a prenotare.

Come funziona la truffa

Tra i passaggi disponibili (nel mio caso era da Trento a Milano) ho trovato una persona che offriva il passaggio ad un prezzo regolare, e dovendo prenotare il passaggio all’ultimo minuto ed essendo rimasto solo quello ho proceduto senza esitazione.

Sono solita guardare le recensioni degli utenti, ed in questo caso non erano presenti. C’erano però 10 viaggi pubblicati, ed ho pensato che le persone con le quali aveva viaggiato non avevano ancora lasciato una recensione. Errore numero uno: non guardare le recensioni.

L’immagine profilo era quella di un signore, sembrava essere straniero. L’età non corrispondeva, ma ho pensato a sbadataggine.

Dopo la prenotazione mi ha prontamente scritto su whatsapp (dopo la prenotazione il numero proprio di telefono è a disposizione, così come per voi quello del conducente) confermandomi il passaggio.

Alla mia domanda “dove ci troviamo?” mi ha risposto “all’indirizzo del treno del passaggio”.

Ho pensato che il suo Italiano scorretto derivasse dal fatto che non era Italiano, ed ho lasciato correre.

Mi ha scritto con un numero Russo che iniziava con +7, un numero differente da quello con il quale si era registrato sulla piattaforma.

Arrivata al punto di incontro gli scrivo su whatsapp. Provo a chiamarlo, il numero risulta inesistente, mi fa uno squillo lui dal numero whatsapp e poi mette giu. Precisazione: come immagine profilo ha il logo di Blablacar.

Mi scrive che si è accorto che dal mio profilo manca l’assicurazione integrativa di Blablacar e che al costo di 1 euro potevo rinnovarla dal sito. Mi dice che se voglio mi da il link. Io, insospettita provo a cercar online e non trovo nulla.

Mi manda un link, mi manda l’immagine di blablacar nel quale è spiegato in Italiano che è obbligatorio dal 2022 fare un’assicurazione integrativa. Vi assicuro che tutto sembrava reale, così come il link che riportava nell’url la parola “blablacar”.

Ovviamente ero già sommersa dai dubbi prima di partire, e questo comportamento non ha fatto altro che confermare i miei timori; si trattava di una truffa volta a carpire i dati della mia carta.

Segnalo l’utente, segnalo la conversazione di Whatsapp.

Come riconoscere il truffatore

  • Ha un profilo creato nel 2022
  • Accetta fumatori in auto
  • Come destinazione ha Mailand, Duomo di Milano

Questo è tutto! Cosa vuoi fare ora?
Acquista il manuale per diventare travel blogger
Acquista il manuale
Categorie: BlogBlog

0 commenti

Lascia un commento