La guida ci viene fornita direttamente da Google, che su di un articolo presso la sezione https://support.google.com/webmasters/ fornisce le direttive essenziali e le metriche che il motore di ricerca utilizza per attribuire un punteggio ad un sito web.

Nel rapporto Segnali web essenziali vengono indicate le prestazioni delle pagine del tuo sito in base a dati sull’utilizzo reali (talvolta chiamati dati sul campo). Puoi leggere ulteriori informazioni su questa iniziativa nel blog del Centro Ricerca Google.

Definizioni degli stati

Le metriche relative allo stato vengono valutate in base ai seguenti limiti:

  • LCP (Largest Contentful Paint, visualizzazione elemento di maggiori dimensioni). Il tempo impiegato per visualizzare l’elemento di contenuti di maggiori dimensioni nell’area visibile dal momento in cui l’utente richiede l’URL. Solitamente si tratta di un’immagine o un video oppure di un elemento di testo di grandi dimensioni a livello di blocco. Questo dato è importante perché fa capire all’utente che l’URL è in fase di caricamento.
    • Il valore LCP agg. (LCP aggregato) mostrato nel rapporto indica il tempo necessario per raggiungere lo stato LCP per il 75% delle visite a un URL del gruppo.
  • FID (First Input Delay, ritardo prima interazione). Il tempo trascorso tra la prima interazione di un utente con la tua pagina (clic su un link, tocco di un pulsante e così via) e il momento in cui il browser risponde effettivamente all’interazione. Questa misurazione viene derivata da qualsiasi elemento interattivo su cui l’utente ha fatto clic per primo. Questo valore è importante per le pagine in cui l’utente deve eseguire un’azione perché è il momento in cui le pagine diventano interattive.
    • Il valore FID agg. (FID aggregato) mostrato nel rapporto indica il valore FID comune minimo relativo al 75% delle visite a un URL del gruppo.
  • CLS (Cumulative Layout Shift, variazione layout cumulativa): il CLS misura la somma totale di tutti i singoli punteggi di variazione del layout per ogni variazione di layout imprevista che si verifica durante l’intera durata della pagina. Il punteggio è compreso tra zero e qualsiasi numero positivo, dove zero indica nessuna variazione e, più grande è il numero, più significativa è la variazione del layout nella pagina. Questo dato è importante perché la variazione degli elementi delle pagine mentre un utente sta cercando di interagire costituisce un’esperienza utente negativa. Se non riesci a trovare il motivo per un valore elevato, prova a interagire con la pagina per vedere in che modo la tua interazione influisce sul punteggio.
    • Il valore CLS agg. (CLS aggregato) mostrato nel rapporto indica la variazione CLS comune minima per il 75% delle visite a un URL del gruppo.

Puoi trovare consigli su come risolvere questi problemi eseguendo un test esterno.

Strumenti per test esterni

Il rapporto Segnali web essenziali contiene link a due strumenti di test esterni per effettuare ulteriori test delle pagine. Il tipo di strumento dipende dal formato della pagina:

  • Pagine non AMP. Lo strumento di test PageSpeed Insights riporta le prestazioni di una pagina su dispositivi mobili e desktop e fornisce suggerimenti su come migliorarla. Il test mostra sia dati in tempo reale sia dati sul campo da utenti effettivi.
  • Pagine AMP. La Guida all’esperienza d’uso delle pagine AMP fornisce un test completo in tempo reale di una pagina AMP, incluse le metriche di Segnali web essenziali e quelle dell’esperienza sulle pagine. Il test mostra sia dati in tempo reale sia dati sul campo da utenti effettivi.

Accanto agli URL di esempio viene visualizzato il link a questi strumenti (tabella dei dettagli della pagina di riepilogo > fai clic su una riga di stato > fai clic su un URL di esempio > riquadro Esempio di dettagli, passa il mouse sopra un URL simile), ma puoi anche consultare questi strumenti e specificare l’URL autonomamente.

Puoi anche utilizzare uno strumento di test integrato nel browser per Chrome: lo strumento Chrome Lighthouse.


Questo è tutto! Cosa vuoi fare ora?
Acquista il manuale per diventare travel blogger
Acquista il manuale

0 commenti

Lascia un commento